MyBaggy.com

Friday, Sep 22nd

Last update08:24:11 AM GMT

Capodanno: le scelte degli italiani secondo le statistiche

by redazione
Letto 1773 volte
Valuta questo articolo
(3 Voti)
capodanno.jpgDopo aver concluso i festeggiamenti di Natale, fervono i preparativi per celebrare il Capodanno: gli italiani sono alle prese con l’organizzazione di brevi vacanze fuori casa per il periodo festivo o, per chi rimane in città, con la scelta se festeggiare in casa, da amici, al ristorante o, ad esempio, in discoteca.

Secondo un sondaggio realizzato da Confesercenti e dall’azienda di ricerche Swg, è aumentato rispetto al 2008 il numero di persone che trascorreranno il veglione di fine anno in vacanza in Italia o all'estero, e saranno circa 12 milioni e mezzo di italiani, ovvero il 10% rispetto al 7% dell’anno precedente. Le statistiche mostrano che il viaggio durerà in media sei giorni, e un turista su cinque si dirigerà in mete europee, prediligendo Spagna, Austria, Francia e Germania, mentre la maggioranza dei viaggiatori sceglierà invece l’Italia, spostandosi in Trentino-Alto Adige, Piemonte, Lombardia e Veneto. La spesa media per questi viaggi si attesterà attorno ai 683 euro a persona.

Tra coloro che invece non partiranno, circa il 79% degli italiani rimarrà a festeggiare a casa di amici e parenti, per una spesa media di 117 euro, con un incremento del 15% rispetto allo scorso anno: in particolar modo, dal rapporto di Confesercenti risulta che “per il cenone di San Silvestro il 43% di famiglie spenderà fino a 75 euro, il 31% fino a 125 euro, il 20% fino a 250 euro”.

Gli ultimi dati del sondaggio mostrano che il 3% degli intervistati ha deciso di festeggiare l’arrivo del nuovo anno in discoteca, mentre il 4% ha optato per il cenone di capodanno al ristorante. Da quanto emerge da una indagine di Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, la spesa al ristorante per la notte di San Silvestro si aggirerà intorno ai 435 milioni di euro, segnando così una riduzione dell’1,8% rispetto al 2008. Il 30% dei ristoratori ha difatti ridotto i prezzi, in modo da offrire una maggiore possibilità di scelta, e il presidente di Fipe, Lino Enrico Stoppani, ha dichiarato in merito: “Dopo un anno ancora pesante per il settore, che ha registrato l'uscita mesta dal mercato di oltre 16.000 piccole imprese di bar o ristorante prive di qualsiasi sostegno pubblico, durante queste festività di fine d'anno sobrie ma non di crisi, gli operatori si fanno in quattro per consentire agli italiani di ritrovarsi con spensieratezza in compagnia di famigliari e amici nei tanti locali pubblici aperti per l'occasione, con la speranza che i timidi segnali di ripresa dell'economia si riflettano piu' direttamente sulle famiglie in modo da consildarli anche sull'economia reale".

Il cenone al ristorante costerà dunque in media media 81,10 euro, cioe' il 2,9% in meno rispetto al prezzo del 2008, mentre i ristoratori offriranno anche varie forme di intrattenimento, come musica dal vivo, presente nel 70% dei locali, e cabaret, oltre a rafforzare la proposta gastronomica con le ricette tradizionali delle festività e prodotti nazionali o del territorio Saranno dunque circa 400.000 gli addetti di cucina e sala che, durante la serata di San Silvestro, assicureranno i festeggiamenti nei circa 64.000 ristoranti aperti, con un incremento del 1,6% rispetto alle aperture dello scorso anno.

Login to post comments
Ti trovi qui: Recensioni Editoriale Editoriale Capodanno: le scelte degli italiani secondo le statistiche